Krasnodar Alla ricerca di un trio

COMPARTÍ a mi Esposa en un TRIO Después de una BORRACHERA

Il motivo per cui la ragazza lavarsi dopo il sesso

A Krasnodarcittà situata nei pressi del Mar Nero, fino a qualche anno fa esisteva soltanto il Kubanclub fondato nel lontano e simbolo della città. Partire dal basso non scoraggia per nulla Galitskyche fin da subito investe tempo, energie e finanze in un progetto a lungo termine in cui crede fortemente.

La prima Krasnodar Alla ricerca di un trio è più che discreta: i neroverdi arrivano terzi, ma grazie ai forfait di Volgar Gazprom II e Batayskvengono promossi in prima divisione, la quale corrisponde alla Serie B italiana. In Pervij Division non sfigurano e si posizionano decimi al debutto.

Al contempo sia Nizhny Novgorod che Kamaz non accettano di essere ripescate, permettendo per magia proprio ai Krasnodar Alla ricerca di un trio di volare direttamente in RPL, dove ad attenderli ci sono i cugini del Kuban.

Galitsky, tuttavia, apprezza lo stesso e, grazie al calcio spesso spettacolare della sua squadra, decide di confermare in toto sia il tecnico serbo che gran parte della rosa. Al suo posto, il magnate russo fa una scommessa totale, portando nel sud della Russia Oleg Kononovuno che aveva fatto molto bene in Ucraina tra Lviv e Sebastopoli.

In campionato va meglio, con Kononov che costruisce al Kuban Stadium la sua fortezza. Troppi pareggi allontanano gara dopo gara i neroverdi dalle primissime posizioni. Tuttavia, entrambi non possono essere nemmeno inseriti nella lista UEFA e questo si sente nel doppio confronto nei trentaduesimi di EL contro lo Sparta Pragache umilia i neroverdi sia in casa che in trasferta.

Con solamente il campionato rimasto, Kononov finisce la stagione con un netto calo di prestazioni che portano il Krasnodar ad un buon quarto posto dietro CSKAla sorpresa Rostov e Zenit.

Un piazzamento comunque onorevole, ma che rappresenta senza ombra di dubbio un passo indietro. Naldo e il georgiano Okriashvili sono ottimi giocatori, ma probabilmente non quei tipi di elementi che permettono Krasnodar Alla ricerca di un trio fare un salto di qualità in ambito internazionale. Le prestazioni non arrivano nemmeno al sei in pagella. Tra scelte tecniche discutibili, le sanzioni, gli infortuni e la mancanza di un vero undici fisso, Kononov non riesce più a far esprimere il suo calcio e le sue idee.

Il debutto è più che buono, in casa del Salisburgoal quale segue un sui vice-campioni del Rostov. Il passaggio Krasnodar Alla ricerca di un trio Coppa ai danni dello Spartak Nalchik convince definitivamente la società a confermare il tecnico 57enne, che firma un contratto di ben tre anni. Una filosofia diversa che comunque porta i suoi frutti, come il al Nizza o il pareggio nel nuovo stadio del CSKA.

Difficile fare delle prospettive in questo momento, ma se guardiamo a dove il Krasnodar fosse otto Krasnodar Alla ricerca di un trio fa, bisognerebbe soltanto fare una statua in onore di Sergey Galitsky.

Italo-russo, fa del calcio la sua unica religione. Tifoso della Lokomotiv Mosca, gestisce un blog e ha scritto un magazine in inglese il primo nel suo genere per un club dell'Est Europa sui "Ferrovieri" più famosi al mondo.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati nome, email, sito web per il prossimo commento. Direttore Guido Montana guidomontana mondofutbol.

Contatti info mondofutbol. Privacy Policy Cookie Policy Richiedi dati personali. Italiano English. Testata giornalistica online Aut. La prima annata a grandi livelli è più che positiva: arrivano noni e nei play-out fanno la voce grossa, arrivando sino a totalizzare 61 punti al pari dei cugini.

Nemmeno la cessione di un pilastro come Movsisyan allo Spartak fa cambiare il rendimento dei neroverdi. Al suo posto arriva Wandersonche si rivela letale. Non a caso, i giornalisti in breve tempo iniziano a paragonare il Krasnodar di Kononov al Barcellona di Guardiola. La seconda parte della stagione è addirittura migliore, grazie anche al ritorno sempre in prestito di Roman Shirokov, che nel Krasnodar Alla ricerca di un trio era passato allo Spartak in estate.

Una striscia di imbattibilità che non fa altro che confermare la bontà del progetto neroverde. Il calcio espresso da Shalimov è agli antipodi di quello di Kononov. Molto più pragmatico e verticale. Se il bielorusso voleva il possesso della palla, il russo lo lascia volentieri agli avversari. Se i neroverdi vinceranno qualcosa o meno non è dato saperlo, quello che sappiamo è che certi progetti hanno già vinto in partenza.

E il Krasnodar FK è sicuramente uno di quelli. Stefano Conforti Italo-russo, fa del calcio la sua unica religione. Commenta Annulla risposta Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Send this to a friend Your email Recipient email Send Cancel.

Chi Siamo MondoFutbol.